Oltre le apparenze

by Mauro 22. March 2020 08:29

        Se c'è un male ci sarà un colpevole, se c'è una pandemia di chi è la colpa? È comprensibile che dinanzi ad un male ci si chieda una spiegazione causale e, nel mentre che resistiamo a casa, durante questi giorni riflettiamo su come eravamo entrati in un tunnel frenetico non curanti dei tanti segnali che il clima dava in tutto il pianeta e della sempre maggiore diffusione di forme tumorali dovute all'inquinamento e ai cattivi stili di vita.

      Potremmo, però, cadere nell'equivoco di cercare un binomio causa-effetto per spiegare il grande dolore che stiamo affrontando e questo ingabbierebbe la nostra esistenza in una sorta di rivendicazione o rammarico privo di ricostruzione.

         Dopo due settimane di restrizioni adottate per contenere il diffondersi dei contagi di coronavirus,  la capacità di resilienza sta scivolando in stati depressivi di elevata ansia ed irritabilità, o di paura per le conseguenze della pandemia. Un senso di precarietà diffusa, a volte accentuato dalle direttive spot e poco chiare oltre che dalle fake news, sembra travolgere l'equilibrio delle famiglie nel nostro Paese. È importante, allora, focalizzare l'attenzione sul senso della propria esistenza e su ciò che davvero può dare nutrimento al cammino, seppure faticoso.More...

Il custode chiama per nome

by Mauro 19. March 2020 16:07

           La paternità appare inconciliabile con il mito del superuomo che per affermare se stesso si illudeva di non avere limite alcuno. L'autorità paterna, invece, pone un confine delimitando la strada da percorrere e favorendo, così, la crescita dell'individuo.

            Secondo la logica dei consumi ciò è sconveniente perchè impedisce di rimanere avvitati attorno a se stessi alla ricerca di rifugi sicuri da cui dipendere. Il padre, invece, mostra il valore del sacrificarsi in vista di una meta e ciò esula dal principio di piacere che rende l'essere umano pedina da manovrare all'interno della scacchiera dei mercati.More...

Tempo di Resistenza

by Mauro 16. March 2020 13:27

         Tempo si isolamento e di custodia di sé per custodire l'altro, di rinuncia per volere bene. La grammatica dell'amore pareva avere perso il senso dei confini e dell'individuazione per vivere l'incontro con l'altro differente da sé, ed era scivolata in una spasmodica ricerca fusionale priva di “no” e bisognosa di continuo compiacimento.

          Oggi che viviamo giorni di solitudine forzata stiamo riscoprendo il linguaggio delle vicinanza, dell'essere prossimi l'uno all'altro. Ci siamo fermati bruscamente e pian piano stiamo cercando di dare significato a questo tempo che fin dall'inizio ha fatto paura perchè troppo vuoto.More...

Ci resta l'Ascolto

by Mauro 15. March 2020 13:33

       Se potessimo chiudere gli occhi e magicamente riaprirli scoprendo che, tutto ad un tratto, la pandemia è finita sarebbe davvero straordinario. Il dato di realtà, piuttosto, ci ricorda che la vita dell'umanità è in pericolo e ciascuno sperimenta l'impotenza di fronte ad un male che è stato capace, nel giro di poco tempo, di fermare il mito del superuomo insieme al suo potere economico e ha costretto ciacuno di limitare la propria libertà d'azione nell'arco dei pochi metri quadri della propria casa. Se qualcuno ci avesse pronosticato questo scenario, appena qualche mese fa, l'avremmo certamente considerato delirante ma, oggi, dobbiamo ricrederci!More...

Noi siamo molto di più

by Mauro 14. March 2020 08:12

         Noi lottiamo perchè non potremo mai “abituarci”! Il lucido pragmatismo del premier britannico Boris Johson non ci appartiene, la passione per la vita anche di fronte alle avversità più gravi ci caratterizza. Certo siamo impauriti, non stiamo svalutando il pericolo e, altrimenti, non avremmo accettato di rimanere in appartamenti di pochi metri quadri anche con famiglie numerose se così non fosse.More...

L'obiezione ci rende liberi

by Mauro 9. March 2020 10:14

         “Nessuna obiezione sulle nostre scelte”, è una delle scritte che sono state affisse sui muri della nostra Città nella notte dell'8 marzo. C'è da chiedersi se la difesa della dignità delle donne contro ogni forma di sessismo e pregiudizio di genere possa essere celebrata attraverso uno slogan che, a nostro avviso, appare altrettanto violento ed ideologico. In primo luogo perchè si vorrebbe determinare la libertà di coscienza di un professionista che riconosce la necessità di difendere la vita del nascituro e, inoltre, perchè per affermare la propria libertà si pretende di sopprimere la vita altrui.More...

I supermercati non sono la salvezza

by Mauro 7. March 2020 18:09

       La reazione automatica di molti dopo la notizia del coronavirus e ieri pomeriggio, dopo l'allerta in alcuni quartieri palermitani per l'uso dell'acqua della rete idrica dichiarata non potabile, è stata quella del saccheggio dei supermercati ora per caricare provviste mensili ora per rastrellare ettolitri di acqua imbottigliata. Al supermercato pare venga deputata la garanzia della propria sopravvivenza.

          Sebbene tale sintomo rivela l'individualismo culturale che ci sta dominando, questi giorni, del tutto anomali per molti di noi, paiono l'occasione per tornare a riflettere su quel che siamo.More...

Lasciare gli ormeggi per accogliere il Dono

by Mauro 26. February 2020 10:45

        Per camminare abbiamo continuamente bisogno di destabilizzarci e di lasciare gli ormeggi di prima per andare oltre. È questione di fiducia il cammino e per non ridursi ad un girare vorticoso attorno a se stessi è necessario focalizzare una meta. L'esperienza cristiana scaturisce dall'essere stati chiamati alla vita, non in modo casuale, e dal procedere verso la meta che è stata rivelata da Gesù Cristo.More...

Dare precedenza senza averne diritto

by Mauro 16. February 2020 09:02

       Siamo soliti pensare alla Comunità di Danisinni come ad una famiglia, un luogo spontaneo in cui ciascuno trova il suo posto senza troppi formalismi e certo senza immagini edulcorate ma interazioni e storie reali, autentiche e complesse. Uno spazio ove allenarsi per scoprire l'arte della vita, non secondo criteri di perfezione o di grandezza ma di umanità, anche la più fragile ma con la capacità di testimoniare che ogni luogo può essere abitato dalla presenza di Dio.More...

Solo guardare la Luce ci rende pronti

by Mauro 9. February 2020 23:19

         Il potere della visibilità è una questione che attraversa prepotentemente i nostri giorni. La sfera intima è così esposta allo sguardo pubblico da dare, a questo occhio vago,  il potere di influenzare la percezione che si ha di sé, in base ai like o ai commenti ottenuti.

        Senza visualizzazioni, infatti, parecchi adolescenti ma anche molti adulti sembrano andare in crisi identitaria e smarrirsi in un caos di emozioni angoscianti. L'esperienza di mancanza dell'altro si traduce, così, nel non conoscere chi si è e che cosa si desidera veramente.

        È palese, certo, che tutti abbiamo avuto bisogno di essere visti da un altro per entrare nell'avventura della vita e tutti quanti abbiamo imparato a vedere le cose del mondo attraverso lo sguardo altrui, almeno fino a quando non si è stati capaci di senso critico e di visione propria. Il fenomeno contemporaneo, però, ci trova di fronte alla fragilità delle visioni personali e alla frequente ricerca di conferma altrui per legittimare il proprio status di vita. È così che la manipolazione e l'assoggettamento di interi gruppi è cosa assai diffusa ai nostri giorni e, fenomeno correlato, la mentalità superstiziosa penetra sempre più ambienti di elevata cultura. In entrambi i casi il riconoscimento è affidato alle mode e alle tendenze di mercato o alla magia per avere visibilità attraverso una “veste” socialmente ammirata.More...

Month List

RecentPosts