Persone o caporali?

by Mauro 5. novembre 2017 09:00

    Si assiste, ai nostri giorni, che molti cercano nuovi profeti, guru a cui consegnare la propria vita. È così che troviamo un aumento esponenziale di persone che mensilmente spendono parte dei loro averi per pagare maghi e fattucchieri o, ancora, per seguire guide a cui prestare obbedienza cieca.

È un processo che procura una, sempre maggiore, deresponsabilizzazione, la ricerca miracolistica viene assunta ad illusorio rimedio anziché affrontare il travaglio quotidiano.

La società dei consumi, inoltre, spinge verso la patologia dell'anima in quanto schiaccia l'umana esperienza sul piano orizzontale, economicamente quantificabile, misurando la felicità in termini di possesso e potere, perdendo la centralità della relazione e, in particolare, della relazione verticale. Anche in questo caso, sovente, viene proposta una meta illusoria di felicità in genere legata allo status sociale, all'avere per potere apparire, ad “una vincita che cambierà la vita” e, quasi, l'invidia o la gelosia altrui è assunta a criterio di realizzazione per il traguardo raggiunto.More...

L'esperienza del prossimo non va evaporata

by Mauro 29. ottobre 2017 15:29

   L'umanità del nostro tempo sta investendo molto nella costruzione di muri sempre più alti e più lunghi sparsi per il mondo. Nel mentre che i capitali vengono spostati da un capo all'altro del mondo per mezzo di un click veloce un istante interi flussi migratori inseguono gli spostamenti economici in cerca di sopravvivenza.

La risposta occidentale è l'elevazione di nuovi puri il cui effetto principale è la crescita della diseguaglianza e l'aumento della distanza tra i popoli. Ci rendiamo conto che in un simile scenario la ragione, priva di prospettiva globale, non riesce a dare senso all'accoglienza dello straniero. L'itinerario biblico gradualmente apre cuore e mente restituendo verità al rapporto con il prossimo, una volta illuminato dal rapporto con Dio. More...

La bellezza è oltre le apparenze

by Mauro 28. ottobre 2017 22:12

  “Lì dove c'è il pericolo cresce anche ciò che salva”.

Questo aforisma di Friedrich Hölderlin s'addice alla esperienza socio-pastorale della Comunità parrocchiale di Danisinni che da sempre ha rigettato la nomea di luogo da evitare e da rimuovere dall'immaginario della collettività.More...

La politica è la forma più alta della carità

by Mauro 22. ottobre 2017 09:00

    Se Paolo VI poteva affermare che “la politica è la forma più alta della carità”, allora dobbiamo tenere conto di quanto il mondo cristiano sia responsabile dello scenario della nostre società. Impegno e responsabilità sono questioni che interpellano la vita di fede in quanto chiamata a farsi “prossimi” e “servi” di coloro che sono ultimi, scarto, in questo mondo.

Non è comprensibile una visione schizofrenica del cristianesimo che trovi il cristiano disinteressato alla cosa pubblica in quanto corrotta o ingiusta. È, al contrario, consegnata dal Maestro la chiamata ad essere lievito, luce e sale per questo mondo. Mischiarsi per procurare nuova forma sociale (nuovo ordine delle cose), consumarsi per procurare visione delle cose, spargersi per dare sapore e gusto!More...

Tornare ad essere figli di qualcuno

by Mauro 14. ottobre 2017 20:40

  La confusione tra mezzi e fini è una questione nodale del nostro tempo. Per indebolire un sistema sociale bisogna privarlo di senso e cioè di direzione verso la meta procurando, così, un'assolutizzazione degli strumenti che però mai potranno appagare la fame di festa.More...

Doni da custodire

by Mauro 8. ottobre 2017 09:13

    Ci interpella profondamente la questione sull'eredità, ancora oggi  dalla cronaca del nostro territorio apprendiamo notizie di omicidi legati a proprietà rivendicate. Anche la questione sullo ius soli ossia il riconoscimento della cittadinanza a quanti sono nati in un territorio, a prescindere dalla scadenza del permesso di soggiorno dei genitori, è legata al rapporto con la terra e alla sua appropriazione nei confronti di altri.  

Le relazioni umane sembrano, in tale scenario, interrotte e subordinate al possesso e all'interesse sulle cose. La parabola che troviamo nel Vangelo (Mt  21, 33-43) di questa domenica fa riferimento proprio a questa ferita.More...

La difficoltà di essere troppo umani

by Mauro 6. ottobre 2017 21:41

    Le Conversazioni creano spazio di pensiero, di silenzio e di ascolto, di sosta e di incontro. È così che l'oasi di Danisinni esprime la sua vocazione natia, comune a molti borghi antichi, quella di destrutturare riflessioni altezzose e restituire sguardo ed emozioni, ossia il sentire della vita.

Ci ha resi più umani la Conversazione di questa sera in cui abbiamo letto e custodito il bisogno di radici e di ali, quelle che ci permettono di vivere il nostro tempo mantenendo il sogno e la passione della vita.

Sembrerebbe scontato ma, ci rendiamo conto, la cultura contemporanea cerca di schiacciare l'umano in una corsa sempre più competitiva e meritocratica ove le competenze perdono sempre più i tratti umani e assumono i connotati della macchina.

I nostri ragazzi sono troppo umani, è questo il problema!More...

Il potere della Cultura

by Mauro 5. ottobre 2017 20:11

  Conversazione a più voci Il potere della Cultura.

Sarà una riflessione articolata per contrastare la cultura di superficie con quella di spessore? O forse una serata un po' chic contornata da belle riflessioni per dirsi che siamo “bravi” e condannare tutto quel che sta attorno?

Niente di tutto ciò, sarà piuttosto uno spazio di pensiero e di confronto sul percorso di promozione umana e, quindi, territoriale che stiamo portando avanti nel Rione Danisinni.

Un itinerario di Comunità educante spinto dalla Parrocchia Sant'Agnese, dal suo braccio operativo l'Associazione Insieme per Danisinni Onlus, insieme al Centro Tau luogo socio-pedagogico che da 30 anni lavora nel territorio e che, man mano sta coinvolgendo le altre agenzie educative del Rione fino ad allargarsi ad altri interlocutori qualificati e distribuiti nell'intera Città.

È indispensabile, infatti, tessere nodi virtuosi, patti di solidarietà per contrastare il sistema individualista ed evitare dispendi di energie tra le preziose risorse impegnate nel settore educativo che, altrimenti, rischierebbero di lavorare in modo frammentato senza raccordo tra i vari interventi.More...

LudoBiblioteca Danisinni

by Mauro 9. settembre 2017 10:52

    Nasce a Palermo, nel Rione Danisinni, un nuovo spazio di pensiero e di confronto culturale, volto alla crescita e alla condivisione di sogni e progetti personali e comunitari.

Un luogo di sosta e di nutrimento, dunque, per contribuire a creare visioni e prospettive di vita, a partire dalla memoria e dal patrimonio culturale di cui il popolo palermitano già depositario.

Parlare di Cultura e dell'apertura di una LudoBiblioteca pare notizia d'altri tempi, un modo anacronistico di pensarsi cittadini del nostro tempo sempre più disabituato al gioco e alla lettura.More...

Dimmi: per chi combatti?

by Mauro 27. agosto 2017 10:13

    Una inversione di tendenza segna il Vangelo di questa giornata, non è più l'uomo a chiedere a Dio di farsi conoscere ma è Dio a chiedere all'uomo che cosa conosce di Lui.

L'umanità di tutti i tempi ha proiettato su Dio immagini e precomprensioni di ogni tipo: lo troviamo ora relegato al cielo e disinteressato, ora giudice pronto a condannare ogni piccolo sbaglio. E, ancora, su di Lui ha scagliato le responsabilità di guerre o catastrofi nel pianeta. Dio, insomma, è stato inteso come l'interlocutore da aggredire, il capro espiatorio volto a lenire l'angoscia esistenziale di molti.

Una certa cultura della post-modernità ha spento la connessione col divino dichiarando che Dio non esiste e che la comunità umana deve autonormarsi definendo, ogni giorno in modo diverso, le regole di quel che è possibile e giusto fare, lasciando la percezione del bene e del male in balia dell'opinione e della convenienza di turno.More...

Month List

RecentPosts