Scegli da che parte stare

by Mauro 17. febbraio 2018 18:58

   E' cominciato con le note della canzone “Non è un film”, di Fiorella Mannoia, l'intenso incontro della Consulta delle aggregazioni laicali della Arcidiocesi di Palermo che si è tenuto stamane al Centro Arrupe della nostra Città. Uno spazio di riflessione politica intrecciando tre questioni prioritarie dello scenario attuale: il fenomeno migratorio, il welfare, i giovani.

   È stato prezioso poterci fermare insieme per riflettere e restituire verità a quello che altrimenti potrebbe rischiare di apparire un mondo altro, che non ci appartiene e che ci vede solo spettatori come recita un passaggio della canzone: “Non è un film e non sono comparse le persone disperse, sospese e diverse tra noi e lo sfondo, e il resto del mondo che attraversa il confine ma il confine è rotondo, si sposta man mano che muoviamo lo sguardo ci sembra lontano perché siamo in ritardo”.More...

Gli Amici di Sant'Egidio cultori di Prossimità

by Mauro 11. febbraio 2018 19:07

     È una gioia potermi soffermare mensilmente per condividere l'Eucarestia con la Comunità di Sant'Egidio che a Palermo la domenica è solita radunarsi al Capo nella chiesa di Santa Maruzza, detta “dei canceddi”. Un angolo singolare, al termine del noto mercato, da cui la Comunità trova linfa vitale nutrendosi della Parola e dell'Eucarestia per avviarsi ai numerosi servizi che condivide con tanti fratelli e amici della nostra Palermo. Dai clochard ai bambini, dagli anziani agli immigrati, Sant'Egidio entra in relazione accogliendo e costruendo relazioni amicali.More...

Omaggio a Danisinni

by Mauro 21. gennaio 2018 09:42

     Dare senso al proprio tempo è una questione assai rilevante per ogni essere umano.  L'aforisma “panta rei”, attribuito ad Eraclito di Efeso, nei secoli è stato tradotto con “tutto scorre” ma questa interpretazione rischia di lasciare una sorta di fissità all'uomo che, a quel punto, potrebbe pensare di rimanere comodo vedendo scorrere i propri giorni come su uno schermo.

     In realtà, ci rendiamo ben conto, la vita è costantemente in divenire e ciascuno è in cammino, capace di andare in una direzione o in un'altra anche se apparentemente potrebbe percepirsi fermo.

    Una sovrastimolazione, oggi, porta molti a vivere il tempo e lo scorrere dei propri giorni in modo ansiogeno con una frenesia di avere ed essere mai appagabile. Questo perchè spinti a consegnare la vita a questa o a quella esperienza, o all'avere qualcosa di sempre nuovo e mai utilizzabile fino in fondo. More...

Quale chiamata?

by Mauro 14. gennaio 2018 10:39

     Danisinni quale officina sociale è esperienza quotidiana ma le azioni in campo muovono da una riflessione che attinge dalla Parola attorno alla quale ogni domenica la Comunità sosta. Oggi la provocazione è sulla risposta che ciascuno sta dando alla propria esistenza e la lettura orizzontale ha come chiave ermeneutica la dimensione verticale.More...

Non date credito alla lista degli esclusi: Natale a Danisinni c'è!

by Mauro 30. dicembre 2017 14:07

   Non date credito alla lista degli esclusi, oggi pomeriggio il Racconto della Natività a Danisinni si farà!

Partiamo dalle premesse. È stato edificante assistere in questi giorni, malgrado le intemperie, all'intenso impegno degli abitanti di Danisinni e, quindi, della Comunità Sant'Agnese nel realizzare scenografie e architettura per la rappresentazione storica della Natività che vivremo questo pomeriggio.More...

Come possiamo litigare bene

by Mauro 28. dicembre 2017 21:50

   Venerdì 29 dicembre ore 18.00 Ci prendiamo uno spazio per dialogare sul conflitto, su come attraversarlo bene. Il titolo scelto con Andrea Cozzo “Come possiamo litigare bene” sottintende che il conflitto non dice, automaticamente, “violenza” ma può rivelare l'originalità di ciascuno, la capacità di simbolizzare e dare parola a quel che si ritiene prezioso e si desidera condividere.

Siamo sul piano dell'ascolto, dunque, presupposto fondamentale per qualsiasi comunicazione. La costruzione di rapporti di pace, infatti, è frutto dell'ascolto e, quindi, della relazione interpersonale su cui scorrono i diversi contenuti.More...

Natale a Danisinni e il Circo sociale

by Mauro 24. dicembre 2017 17:20

   Perchè la proposta di un Circo sociale a Danisinni? Un laboratorio permanente di creatività per mezzo dell'arte di strada è uno strumento di promozione e risveglio sociale che dovrebbe abbracciare più luoghi della nostra Città.

Viviamo in un'epoca che seda gli animi e omologa il pensiero. La Comunità di Danisinni propone la diversità e la creatività quale espressione di ricchezza e potenzialità di Comunione. 

La società dei consumi, diversamente, educa l'essere umano all'avere per essere, al consumare per sentirsi appagati, ma tale induzione snatura la dignità dell'individuo e ne fa un infante bisognoso di continui godimenti per potersi piacere e riconoscere.More...

I preziosi colori d'autunno

by Mauro 9. dicembre 2017 16:02

   Perdere per trovare, consumarsi per costruire, attraversare il deserto per trovare la meta, sono azioni difficili per l'uomo contemporaneo che, seppur apparentemente spavaldo, nutre una profonda paura di smarrimento.More...

Conosco un'altra umanità

by Mauro 8. dicembre 2017 09:32

   È la risposta di una ragazza di dodici anni, Maria, a rivelare il senso della festa di questo giorno. Quello dell'Immacolata concezione come pure della Panaghìa (tutta santa) per l'Oriente cristiano, è un attributo datole per sua disponibilità al dialogo e alla fiducia in Dio.

Dialogo e fiducia sono connotati rari per l'uomo contemporaneo reso sempre più diffidente e solitario dalle proposte culturali che quotidianamente vengono a bombardarci. Notavo come l'altro ieri in prima serata Paolo Bonolis e Luca Laurenti, per la prima puntata del loro programma musicale, accoglievano come ospite d'eccezione Marilyn Manson, noto testimonial del satanismo contemporaneo. Mi chiedo quale idea di persona è veicolata dalle proposte televisive che invadono quotidianamente le nostre case, poi cammino per le stradine dei Rioni palermitani ed ascolto come il mito delle ragazzine è la Rosy Abate protagonista di una serie televisiva che cerca di dare un'immagine mitigata del fenomeno mafioso trasformando una cinica pluriomicida in una affascinante donna che si batte per difendere le cause di “giustizia”. Un relativismo dominante che confonde i parametri di  valutazione e i criteri per definire la realtà delle cose.More...

La tua parte

by Mauro 26. novembre 2017 10:45

    Ciascuno cammina verso una direzione, anche chi dice di vivere alla giornata di fatto sta nutrendo un modo di stare nelle cose della vita, rivolto a se stesso o agli altri, cioè può nutrire il desiderio di bene oppure la melanconia che gli è propria, la brama di possesso o di potere sull'altro. Ciascuno attraverso piccoli e grandi atti quotidiani sceglie da che parte stare, se orientarsi verso una meta piuttosto che un'altra. More...

Tags: ,

educativa di strada | Incontri culturali | Palermo

Month List

RecentPosts