Dalla Meta dipenderà

by Mauro 10. July 2016 10:24

    Una delle ferite più gravi del nostro tempo è la mancanza di ascolto che invalida le relazioni e ne compromette la qualità riducendo i rapporti umani su di un piano formale.

    E ciò non solo a causa di etichette sociali o di pregiudizi che si rivelano profondi ostacoli tra popoli e famiglie all’interno di essi. Ma anche per una manifesta spinta all’individualismo culturale, in quanto su di esso si fonda il mercato dei consumi: più sei solo e più avrai bisogno di cose da cui trarre appagamento.

    Le pagine della Scrittura di questa domenica vengono ad intrigarsi di questo aspetto e a fare luce su quel che abbisogna, nel profondo, l’essere umano. Ascoltiamo il Vangelo del samaritano (Lc, 10, 25) quello che descrive il viaggio di uno straniero, uno da tenere alla larga e che, sorprendemente, mostra come entrare nelle questioni della vita, imbrattandosi se è il caso.More...

Teatro dell'Oppresso a Danisinni

by Mauro 20. May 2016 15:18

   L’azione per leggere la realtà, per favorire processi di metacomunicazione e cambiamento, per stare dentro e stare fuori, per fermarsi e pensare. Questo, e non solo, il  fine del Teatro dell’Oppresso, un metodo che coinvolge spettatori  e attori in continue interazioni ed inversioni di ruolo.More...

Avete da mangiare?

by Mauro 13. May 2016 10:24

     Nel corso della Missione di strada che stiamo vivendo a Danisinni il Vangelo di oggi (Gv 21) pare illuminarci rispetto al senso delle cose che sperimentiamo in questi giorni.

       Il contesto di questa pagina è quello meno favorevole, una notte di pesca andata a buca, in un tempo in cui Pietro deluso per la sorte del Maestro, per il quale aveva lasciato tutto, ora si ritrova a pescare come un tempo. Proprio in questa cornice Gesù trova il momento favorevole per rivelarsi in modo definitivo. Pietro si è arreso, è inerme di fronte al proprio fallimento e incapace di fare da solo.

     Di fronte alla mortificazione l’uomo può avvilirsi e vivere da arrabbiato o depresso, oppure può finalmente consegnare la propria vita al Signore.More...

Cercatori, di cosa?

by Mauro 1. May 2016 14:32

       Ancora oggi l’umanità sta alla ricerca di senso e, seppur ammalata di sensazioni e ridotta a vivere alla periferia di se stessa, cerca il “posto” dove trovare Dio, il luogo in cui finalmente trovare pace.

       Ed è così che i centri benessere o le pratiche yoga vengono scambiati per un surrogato di Dio. Seppure il desiderio sia da considerarsi autentico, ritengo che si stia sbagliando direzione e che si rischi di imbrigliare il sentire umano in un sensazionalismo che, alla fine, si riduce ad un appiattimento della passione di vita. Intendiamo, chiaramente, la passione che nasce dal desiderio profondo e che alimenta un progetto di vita, un ideale da perseguire o una relazione significativa. Ben diverso dalle passioni del nostro tempo che conducono alla frammentazione esistenziale e alle diverse dipendenze come il gioco d’azzardo, il sesso, le sostanze o l’acquisto di sempre nuovi prodotti.More...

Ricercare il gusto della vita

by Mauro 6. March 2016 10:02

         Le parabole sono un concentrato di sapienza e rivelano un senso recondito delle cose che va aldilà dell’immeditato e del pensiero logico concreto. Senza capacità di simbolizzazione, infatti, la vita rimane su un piano meramente orizzontale ed immediato, senza aprirsi all’orizzonte profondo di cui l’uomo è capace. Proprio in questa domenica, quarta di Quaresima, troviamo una pagina del Vangelo (Lc 15, 11ss.) in cui Gesù dona una descrizione parabolica per ritrovare il gusto ed il senso della propria vita.More...

Ogni vita è una missione

by Mauro 28. February 2016 10:02

        Torna una pagina evangelica (Lc 13, 1-9) in questa terza domenica di Quaresima parecchio interessante. A Gesù viene presentata una questione: si tratta della constatazione di una strage ordinata da Pilato il quale aveva fatto uccidere galilei nel mentre che svolgevano i sacrifici cultuali. Un gesto di potere, una soverchieria per tenere a bada un popolo che altrimenti avrebbe potuto rivendicare i propri diritti di autonomia e di libertà. Arrivare a controllare anche il culto equivale a dire che tutto, anche il pensiero e la coscienza profonda, è nelle proprie mani.More...

Il desiderio di Dio ed il principio dell'uomo

by Mauro 17. January 2016 10:26

        A centro della meditazione della Comunità cattolica, oggi, troviamo il Vangelo delle nozze di Cana (Gv 2, 1-11). Sembra anacronistico per il nostro tempo parlare di matrimonio, di festa o di Dio. L’uomo pare incapace di pensarsi all’interno di un rapporto stabile, di un legame che segni l’esistenza. Il vino tutt’al più è colto per l’ubriachezza che procura ma non per la comunione di vita.More...

Ci sono parole che confondono, altre parole che liberano...

by Mauro 22. November 2015 10:44

            “From Paris with love”, questa la scritta sulle bombe caricate sotto i caccia francesi che, all’indomani dell’efferato attentato che ha colpito Parigi, erano in partenza per la Siria. 

           Sono rimasto in silenzio, un turbinio di pensieri e moti d’animo ha afferrato la mia quotidianità, un senso di ribellione attraversa queste giornate in cui l’umanità intera sta appesa allo schermo televisivo, del pc o dello smartphone. Continuo a chiedermi: è possibile che questa sia la risposta dell’uomo civilizzato che crede nei valori della fraternità, libertà ed uguaglianza?

          So bene quanto la difesa dei valori abbia un prezzo, a volte davvero alto, così come insegna il Maestro. È, sembra fatto apposta, la meditazione che fa in questa domenica la Comunità cattolica.More...

Quale Lente usi?

by Mauro 20. October 2015 10:04

           L’economia del BRICS (acronimo dei cinque stati: Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) negli ultimi dieci anni ha trainato la crescita mondiale, quasi parevano i Paesi messianici della nuova era!

           Oggi tale sistema è in crisi, queste Nazioni stanno chiudendosi per non andare in recessione e la lente planetaria sta cercando di mettere a fuoco la crisi economica e di riflettere su come affrontarla.More...

Desiderio e non dipendenza

by Mauro 11. October 2015 09:50

        L’equivoco del nostro tempo, voluto dalle lobby che gestiscono i poteri e l’economia, è che il desiderio viene equiparato all’istinto e cioè alla ricerca compulsiva di un godimento immediato e ciò struttura dipendenza e narcisismo. Il nostro tempo, infatti, oscilla tra simbiosi e autismo, delega totale all’altro come nei casi di totale passivizzazione oppure isolamento proprio di chi “usa e getta” l’altra presenza.

         A tal proposito mi pare interessante soffermarci su un episodio evangelico, Mc 10, 17-30, che proprio in questa domenica viene meditato da milioni di cristiani sparsi nel mondo. More...

Month List

RecentPosts