Libera opinione

by Mauro 9. September 2015 09:40

            “L’uomo di fede, il credente di ogni specie, è necessariamente un uomo dipendente, un uomo che non può disporre se stesso come scopo, che non può in generale disporre scopi derivandoli da se stesso.

Il credente non si appartiene, egli può essere soltanto un mezzo,More...

Le parole della psicoterapia e la Parola dell’accompagnamento spirituale /5

by Mauro 26. June 2015 11:48

    Riprendiamo la rassegna volta ad approfondire la linea di confine e l’integrazione tra accompagnamento spirituale e percorso psicoterapico. Concludevamo l’ultimo post cogliendo che in ambedue i percorsi la relazione, quella con la maiuscola, fa da ponte su cui fare scorrere il dono della parola e la reciproca accoglienza. Relazione che crea le condizioni favorevoli per il cambiamento o, meglio, per il naturale fluire della vita.More...

Laboratorio Togliersi le maschere per riconoscersi

by Mauro 9. July 2014 15:28

       Si, ma verso dove! Riassume la potenzialità di un adolescente che desidera immergersi a piene mani nella vita, dicendo che c’è, esiste e desidera essere riconosciuto e magari coltiva grandi sogni. Esprime, al contempo, il timore di non farcela, di non essere all’altezza, di smarrirsi nel “pensarsi grande”.
        È quasi in sospeso, in bilico tra il mistero ed il miracolo, la potenzialità e la realizzazione, il potere ed il farcela. Al “Noi può” si aggiunge oggi il “Non mollare”, dinanzi al rifiuto e agli ostacoli propri del cammino umano è necessario sostenersi per andare oltre.
        Il Laboratorio ha avviato il confronto con i rischi del percorso traendo spunto dalla visione del film “Noi siamo infinito” (http://www.larelazionechecura.it/post/Sogni-di-infinito.aspx ) ove i protagonisti trovano una nuova integrazione di sé, erano frammentati a motivo dei tanti rifiuti e misconoscimenti della prima infanzia e poi, non mollando, trovano la via per esprimere il Bene che portano dentro, il desiderio di infinito che le ferite non sono riuscite a spegnere.
        Oggi il confronto con Zaccheo uomo che ha osato andare oltre, diventa l’opportunità per togliere le maschere, per ritrovare se stessi e, di conseguenza, riscoprire la presenza dell’altro.  More...

Le parole della psicoterapia e la Parola dell’accompagnamento spirituale /2

by Mauro 21. May 2014 12:00

       Sia la psicoterapia che l’accompagnamento spirituale non mirano a riempire di “sapere” mediante le parole, la persona che chiede aiuto. Nel percorso terapeutico la pretesa di conoscere e avere spiegazione su tutto ed in tempi rapidi, verrebbe letta come tendenza al controllo e, pertanto, riconducibile a difese eccessivamente rigide nell’affrontare l’imprevedibilità del quotidiano.
        Nel percorso spirituale l’obiettivo, piuttosto che quello di dare spiegazioni, è di fare gustare la relazione con Dio che rimane per tutti una scoperta del tutto inedita e mai preconfezionata. In questo senso l’accompagnamento spirituale è volto ad introdurre la persona nella contemplazione del Mistero e questa esperienza appartiene all’intimità del rapporto personale con Dio. 
       L’individuo chiuso in una ricerca eccessivamente autoreferenziale, bramoso di spiegarsi la sua ed altrui vita attraverso le parole, rischia di chiudersi in un mondo parallelo costruito su illusioni ed idealizzazioni.More...

Bisogni religiosi o psicologici?

by Mauro 6. January 2012 16:39

Nel 1927 Sigmund Freud, nel testo  L’avvenire di un’illusione, affermava che non esistono bisogni religiosi ma soltanto bisogni psicologici. Pur ammirando le profonde intuizioni di Freud non sono ancora riuscito a spiegarmi certe prese di posizione che appaiono più come dei pre-giudizi anziché essere il frutto di vera ricerca scientifica. More...

Tags:

Psicologia e vita | Ricerca di Dio | Wi- Fi Psicologia

Month List

RecentPosts