Dalla autenticità del grido dipenderà il canto dei propri giorni

by Mauro 25. February 2018 19:35

     Quando si è in pericolo si comprede dove poggia la propria esistenza, quale appiglio regge il cammino e, di conseguenza, da chi si crede possa venire la vita. Ci sono terremoti, tempeste, che possono destabilizzare la nostra traversata ed è lì, quando si rischia di andare a fondo, che si innalza il proprio grido. Quello che scaturisce dal segreto del cuore quale ultimo atto che ci è consesso per stare in vita.More...

Scegli da che parte stare

by Mauro 17. February 2018 18:58

   E' cominciato con le note della canzone “Non è un film”, di Fiorella Mannoia, l'intenso incontro della Consulta delle aggregazioni laicali della Arcidiocesi di Palermo che si è tenuto stamane al Centro Arrupe della nostra Città. Uno spazio di riflessione politica intrecciando tre questioni prioritarie dello scenario attuale: il fenomeno migratorio, il welfare, i giovani.

   È stato prezioso poterci fermare insieme per riflettere e restituire verità a quello che altrimenti potrebbe rischiare di apparire un mondo altro, che non ci appartiene e che ci vede solo spettatori come recita un passaggio della canzone: “Non è un film e non sono comparse le persone disperse, sospese e diverse tra noi e lo sfondo, e il resto del mondo che attraversa il confine ma il confine è rotondo, si sposta man mano che muoviamo lo sguardo ci sembra lontano perché siamo in ritardo”.More...

Gli Amici di Sant'Egidio cultori di Prossimità

by Mauro 11. February 2018 19:07

     È una gioia potermi soffermare mensilmente per condividere l'Eucarestia con la Comunità di Sant'Egidio che a Palermo la domenica è solita radunarsi al Capo nella chiesa di Santa Maruzza, detta “dei canceddi”. Un angolo singolare, al termine del noto mercato, da cui la Comunità trova linfa vitale nutrendosi della Parola e dell'Eucarestia per avviarsi ai numerosi servizi che condivide con tanti fratelli e amici della nostra Palermo. Dai clochard ai bambini, dagli anziani agli immigrati, Sant'Egidio entra in relazione accogliendo e costruendo relazioni amicali.More...

Quale chiamata?

by Mauro 14. January 2018 10:39

     Danisinni quale officina sociale è esperienza quotidiana ma le azioni in campo muovono da una riflessione che attinge dalla Parola attorno alla quale ogni domenica la Comunità sosta. Oggi la provocazione è sulla risposta che ciascuno sta dando alla propria esistenza e la lettura orizzontale ha come chiave ermeneutica la dimensione verticale.More...

Non date credito alla lista degli esclusi: Natale a Danisinni c'è!

by Mauro 30. December 2017 14:07

   Non date credito alla lista degli esclusi, oggi pomeriggio il Racconto della Natività a Danisinni si farà!

Partiamo dalle premesse. È stato edificante assistere in questi giorni, malgrado le intemperie, all'intenso impegno degli abitanti di Danisinni e, quindi, della Comunità Sant'Agnese nel realizzare scenografie e architettura per la rappresentazione storica della Natività che vivremo questo pomeriggio.More...

Come possiamo litigare bene

by Mauro 28. December 2017 21:50

   Venerdì 29 dicembre ore 18.00 Ci prendiamo uno spazio per dialogare sul conflitto, su come attraversarlo bene. Il titolo scelto con Andrea Cozzo “Come possiamo litigare bene” sottintende che il conflitto non dice, automaticamente, “violenza” ma può rivelare l'originalità di ciascuno, la capacità di simbolizzare e dare parola a quel che si ritiene prezioso e si desidera condividere.

Siamo sul piano dell'ascolto, dunque, presupposto fondamentale per qualsiasi comunicazione. La costruzione di rapporti di pace, infatti, è frutto dell'ascolto e, quindi, della relazione interpersonale su cui scorrono i diversi contenuti.More...

Natale a Danisinni e il Circo sociale

by Mauro 24. December 2017 17:20

   Perchè la proposta di un Circo sociale a Danisinni? Un laboratorio permanente di creatività per mezzo dell'arte di strada è uno strumento di promozione e risveglio sociale che dovrebbe abbracciare più luoghi della nostra Città.

Viviamo in un'epoca che seda gli animi e omologa il pensiero. La Comunità di Danisinni propone la diversità e la creatività quale espressione di ricchezza e potenzialità di Comunione. 

La società dei consumi, diversamente, educa l'essere umano all'avere per essere, al consumare per sentirsi appagati, ma tale induzione snatura la dignità dell'individuo e ne fa un infante bisognoso di continui godimenti per potersi piacere e riconoscere.More...

Persone o caporali?

by Mauro 5. November 2017 09:00

    Si assiste, ai nostri giorni, che molti cercano nuovi profeti, guru a cui consegnare la propria vita. È così che troviamo un aumento esponenziale di persone che mensilmente spendono parte dei loro averi per pagare maghi e fattucchieri o, ancora, per seguire guide a cui prestare obbedienza cieca.

È un processo che procura una, sempre maggiore, deresponsabilizzazione, la ricerca miracolistica viene assunta ad illusorio rimedio anziché affrontare il travaglio quotidiano.

La società dei consumi, inoltre, spinge verso la patologia dell'anima in quanto schiaccia l'umana esperienza sul piano orizzontale, economicamente quantificabile, misurando la felicità in termini di possesso e potere, perdendo la centralità della relazione e, in particolare, della relazione verticale. Anche in questo caso, sovente, viene proposta una meta illusoria di felicità in genere legata allo status sociale, all'avere per potere apparire, ad “una vincita che cambierà la vita” e, quasi, l'invidia o la gelosia altrui è assunta a criterio di realizzazione per il traguardo raggiunto.More...

L'esperienza del prossimo non va evaporata

by Mauro 29. October 2017 15:29

   L'umanità del nostro tempo sta investendo molto nella costruzione di muri sempre più alti e più lunghi sparsi per il mondo. Nel mentre che i capitali vengono spostati da un capo all'altro del mondo per mezzo di un click veloce un istante interi flussi migratori inseguono gli spostamenti economici in cerca di sopravvivenza.

La risposta occidentale è l'elevazione di nuovi puri il cui effetto principale è la crescita della diseguaglianza e l'aumento della distanza tra i popoli. Ci rendiamo conto che in un simile scenario la ragione, priva di prospettiva globale, non riesce a dare senso all'accoglienza dello straniero. L'itinerario biblico gradualmente apre cuore e mente restituendo verità al rapporto con il prossimo, una volta illuminato dal rapporto con Dio. More...

La politica è la forma più alta della carità

by Mauro 22. October 2017 09:00

    Se Paolo VI poteva affermare che “la politica è la forma più alta della carità”, allora dobbiamo tenere conto di quanto il mondo cristiano sia responsabile dello scenario della nostre società. Impegno e responsabilità sono questioni che interpellano la vita di fede in quanto chiamata a farsi “prossimi” e “servi” di coloro che sono ultimi, scarto, in questo mondo.

Non è comprensibile una visione schizofrenica del cristianesimo che trovi il cristiano disinteressato alla cosa pubblica in quanto corrotta o ingiusta. È, al contrario, consegnata dal Maestro la chiamata ad essere lievito, luce e sale per questo mondo. Mischiarsi per procurare nuova forma sociale (nuovo ordine delle cose), consumarsi per procurare visione delle cose, spargersi per dare sapore e gusto!More...

Month List

RecentPosts