Il perdono ci spinge avanti

by Mauro 2. August 2018 20:35

     Non è possibile cambiare la storia però è possibile perdonare, è questo il grande potere che appartiere ad ogni essere umano.

Chi rinuncia al perdono cade vittima del male ricevuto, continua a consegnare potere al suo carnefice permettendogli di guastare tutta la propria esistenza.

Certo, ci sono ferite che hanno il sapore di un dolore infinito e che procurano angustia indicibile eppure è solo il perdono che farà di una ferita, seppur profonda, una cicatrice.More...

Libertà è custodire

by Mauro 22. July 2018 08:46

    Sono sempre più rare ai nostri giorni figure come quella del pastore o dell'agricoltore che fino al secolo scorso, in modo emblematico, potevano mostrare il senso del rapporto di cura,  il vivere quotidianamente la custodia dell'altro.

      La figura del pastore ha un'evocazione biblica assai preziosa, Dio è il pastore del suo popolo, Gesù è il bel pastore venuto a cercare la pecora smarrita. I tratti del pastore vengono delineati in modo sempre più marcato nella storia d'Israele fino ad arrivare al volto di Cristo che si fa condurre “come pecora condotta al macello” pur di salvare il suo gregge, è il volto della compassione proprio di chi perdona nonostante tutto, è il volto che cura.

     Quello di Dio è un fare generativo, Lui favorisce la crescita e desidera che ciascuno possa prendere il largo. Non si tratta di appropriazione che sottomette ma di appartenenza che crea legame e, proprio per questo, permette l'espressione piena.More...

Senza generatività con c'è vita

by Mauro 30. June 2018 23:39

   “Egli infatti ha creato tutte le cose perché esistano”. Oggi ci sorprende il libro della Sapienza (1, 14) con questa affermazione dal sapore tautologico ma che mostra il senso autentico delle cose. Non è sufficiente il vivere per esistere, ma è necessario l'essere dentro le questioni della vita mettendo del proprio, facendo cioè la propria parte fino a generare. Chi rimane spettatore della propria esistenza la subisce, vive passivamente privandosi dell'unicum che gli appartiene.

Don Pino Puglisi soleva dire che a ciscuno spetta la sua parte ed è proprio di questo apporto che si tratta. Ora non bisogna credere che ci devono essere sempre le condizioni propizie per esprimersi, a volte la vita è segnata da ferite ed impedimenti ma in qualsiasi situazione ciascuno può esprimersi tirando fuori il dono personale.More...

L'accoglienza rende belli

by Mauro 17. June 2018 09:19

    A ciascuno è dato di decidere da che parte stare e questo dipenderà dalla meta che si persegue. Tanti discorsi, spesso ideologici, sono volti a giustifare la meta che l'individuo si prefigge. Se oggi si cade in un continuo frainteso lessicale è, a mio avviso, perchè le parole sono svuotate del loro peso, usate solo per affermare se stessi. E' così che la politica manca di visione e la progettualità è limitata al segmento presente. Mi questiona il criterio di vita bella che viene proposto, il criterio di felicità perseguito dall'uomo contemporaneo. Il criterio di protezione, in taluni casi, può diventare criterio di morte, di esclusione della vita altrui. Immigrati e non sono tanti gli esclusi del nostro mondo.   More...

L'unicità è relazionale

by Mauro 20. May 2018 09:10

   Si conclude oggi, giorno di Pentecoste, l'esposizione delle opere Scrittura d'artista destinate al Museo sociale di Danisinni.

   Un quadro del Museo sociale che ritrae le impronte digitali ispira la meditazione per la Pentecoste che a breve la Comunità parrocchiale celebrerà a Danisinni. L'impronta dice dell'unicità che caratterizza ogni persona, e l'esperienza di Pentecoste viene a raccontare come l'unicità è tale se vive il passaggio dall'io individuale all'io comunionale.More...

Festa controtendenza

by Mauro 13. May 2018 08:11

   Festa controtendenza è quella che il cattolicesimo celebra quest'oggi, domenica dell'Ascensione. Si, perchè in modo esemplare viene indicato il Cielo quale luogo per attraversare il cammino in terra. Intendiamoci, non si tratta di un mero luogo staticamente inteso, è piuttosto un luogo relazionale dove l'esperienza di comunione si apre dal Cielo alla terra.More...

Tags: , , ,

educativa di strada | Palermo | Ricerca di Dio

La storia è più della geografia

by Mauro 28. April 2018 22:08

         Domenica 29 aprile pomeriggio una Conversazione nel Teatro dei Cappuccini per approfondire con fra Calogero Peri, Vescovo di Caltagirone, l'Esortazione apostolica sull'amore nella famiglia Amoris Laetitia che tanto ha fatto parlare negli ultimi due anni.

       L'attenzione del Vescovo di Roma, Francesco, sul travaglio di molte famiglie cristiane, e in particolare i divorziati, è emersa fin dai primi giorni del suo pontificato in cui, con modalità differenti, ha indicato dei criteri basilari in vista del discernimento sulle questioni che affronta l'umanità dei nostri giorni: la storia è superiore alla geografia e la realtà è superiore alla idealità.More...

Il coraggio della bellezza

by Mauro 22. April 2018 09:51

     Siamo troppo abituati ad intendere la bellezza come un qualcosa che catalizza la nostra attenzione fino a suscitare il desiderio di possesso, come se il bello debba essere divorato.

      La bellezza è ben altra cosa, inafferrabile ma perseguibile, puoi coglierla ma è necessario rimanere a distanza appropriata per poterla contemplare e non sfigurarla. Così come quando si contempla un dipinto e si rimane di fronte a giusta distanza e nel cogliere la visione d'insieme si è rimandati oltre, quelle suggestioni rimandano alla bellezza della propria vita, ai sapori e ai gusti della storia personale e, anche, alla risonanza del mondo che ci circonda.More...

Conservare o consumare?

by Mauro 26. March 2018 10:23

     C'è chi decide di vivere per conservare, chi per consumarsi. È la storia di sempre, moventi ben diversi regolano la vita di milioni di persone che decidono di stare da una parte o dall'altra, è la direzione, la meta, del cammino a fare la differenza.

     Quando decidiamo di accostarci al Vangelo facciamo una scoperta sorprendente, il dono per l'altro può diventare qualcosa di prezioso per sé.More...

Vivere il deserto e sarà Pasqua

by Mauro 11. March 2018 07:51

    Dedicare due giorni all'ascolto e al confronto su questioni quali il deserto esistenziale, la solitudine e la sobrietà nel cammino, la vita come occasione al di là della tentazione, il passaggio per la morte per vivere in pienezza, è un'esperienza che potrebbe apparire fuori moda, eppure è così che la fraternità del terz'ordine francescano dei cappuccini di Palermo ha deciso di trascorre questi ultimi due giorni.

       L'itinerario è partito da una chiara provocazione: “Se riusciamo a vivere il deserto sarà Pasqua”. È l'intuizione biblica e l'esperienza del poverello di Assisi a confermarcelo, senza cammino non c'è Luce. Si tratta di quella vera, ben differente dalle luci frutto di scorciatoie di vita, di compromessi o calcoli che vorrebbero far pianificare l'esistenza in modo autoreferenziale.More...

Month List

RecentPosts